IEROPHASICA

O “parola sul sacro”, il programma del ciclo di conferenze Dialogo, Nutrimento delle Coscienze, 7 giugno 2015, Milano.


Sala dell'ARCICONFRATERNITA


Ore 10.00-11.30
Presentazione a cura del Comitato Interreligioso di Sostegno: rav Elia Richetti, mons. Pierfrancesco Fumagalli, shaykh 'Abd al-Wahid Pallavicini

Ore 11.30-13.00
U.P.F.
U.P.F. - Universal Peace Federation, E' una rete internazionale ed interreligiosa di persone ed organizzazioni che rappresentano tutti i settori – religioso, di governo, della società civile, del settore privato – dedicata alla costruzione di un mondo di pace per tutti i popoli del mondo. E’ una ONG con stato consultivo speciale in ECOSOC ed opera per sostenere e sviluppare il grande lavoro delle Nazioni Unite, in particolare nella promozione del dialogo e della cooperazione interreligiosa e nella promozione e rafforzamento del matrimonio e della famiglia come strumenti di pace e di sviluppo umano.

Carlo Zonato – n.15-09-1953 Imprenditore – Socio Fondatore UPF ITALIA e UPF Bergamo - Presidente UPF Italia
“FEDE NELLA PACE – PACE NELLE FEDI” La Pace Mondiale può essere pienamente stabilita solo quando la saggezza e gli sforzi dei leader religiosi del mondo si combineranno, in modo rispettoso e cooperativo, con gli sforzi responsabili dei leaders politici. Privo della consapevolezza dei principi spirituali, il mondo ha virato in modo sempre più accentuato verso analisi e metodi di soluzione dei problemi che sono sempre più esclusivamente materialisti. Facendo così abbiamo perso di vista la profonda saggezza che si trova nell’eredità spirituale dell’umanità e l’apporto che questa può dare alla soluzione dei problemi globali.
Le Istituzioni Globali debbono essere costituite nella consapevolezza del pieno potenziale dell’essere umano, che non è soltanto un essere economico, politico o sociale, ma è anche un essere spirituale, che ha bisogni spirituali ed è capace di saggezza e di illuminazione spirituale. L’eredità dei grandi santi, profeti, saggi e guide spirituali di tutto il mondo non può essere rinnegata o banalizzata, ignorando così l’aspetto essenziale dell’essere umano. Molto spesso la storia delle religioni è stata segnata da rigido settarismo, da conflitti e competizioni tra le diverse fedi, il tutto a detrimento degli auspicati obiettivi ed insegnamenti dei fondatori delle religioni stesse e delle loro scritture. Tutto ciò non può continuare. Corruzione, egoismo e malgoverno devono essere eliminati non solo dalla vita civile ma anche da tutte le religioni. Una Pace stabile si fonda sulla cooperazione sinergica tra i governi e le fedi, nonché tra le ONG ed il settore privato. Le Nazioni Unite potranno trarre grande beneficio dalla costituzione di un Consiglio delle Fedi e delle guide spirituali. Un tale Consiglio infatti apporterà all’ONU una visione più ampia e una saggezza più profonda nell’affrontare i problemi globali. Conferenze internazionali, pubblicazioni, una rete di comunicazione ed azioni sul territorio sono strumenti per una cooperazione interreligiosa e pongono le basi per un rinnovamento spirituale alle Nazioni Unite.
Close
- CARLO CHIERICO E CARLO ZONATO "Dialogo e cooperazione interreligiosa: nutrimento delle coscienze"

Ore 14.30-16.00
MARIA ROBERTA CAPPELLINI
Maria Roberta Cappellini
Pubblicista, saggista, studiosa di scienze tradizionali ed ermeneutica, di filosofia interculturale ed estetica. Studi:
in Lingue e Letterature Straniere (Bologna 1977)
Scienze filosofiche e pedagogiche (Brescia 1992)
Errmeneutica biblica (Facoltà Teologica, Milano, 1995)
Filosofia Contemporanea (Milano, 1997)
Filosofia Interculturale (Catalunya, 2005)
Attività :
Counselling (1995-2005)
Organizzazione di e Partecipazione a Congressi nazionali ed internazionali
Promotore e Presidente di Open Event : Eventi culturali e Convegni Internazionali per la Regione Toscana (2007,2008,2009)
Promotore e Presidente del CIRPIT (Centro Interculturale dedicato a Raimon Panikkar, Italia) (www.raimonpanikkar.it)
Pubblicazioni:
Saggi e articoli su Riviste di Letteratura, Filosofia e Teologia
Articoli su Riviste Massoniche (Officinae, Delta ecc) e sul III Vol. Nuova Enciclopedia Massonica (Ce.s.a.s.)
Libri
André Neher tra esegesi ed ermeneutica, Morcelliana 2000, Il sogno di Mosè, un dialogo sui volti segreti della creazione, Hermatena, 2006. Sulle tracce del sogno dell’uomo. A colloquio con Raimon Panikkar tra tradizioni e pensiero contemporaneo (Mimesis 2010)
Close
e GIUSEPPE BILLONI intervistati da MASSIMO PUCCI “Manifesto della Terra nella visione cosmoteandrica e interculturale di Raimon Panikkar” - CIRPIT

Ore 16.00-17.30
FRANCO MORELLO "Gli ordini monastico-cavallereschi ieri e oggi: dai Templari al mercato globale"

Ore 17.30-19.00
TARIQA JERRAJI-HALVETI
L'Ordine Jerrahi-Halveti è un ramo dell'Ordine Khalwati (in turco Halveti),ed è stato fondato a Istanbul nel 1704 dal Maestro Nurettin al-Jerrahi.
Fu un Ordine di grande qualità che, fra i più importanti, è forse quello che raggiunse un perfetto equilibrio fra ascesi mistica e conoscenza iniziatica, pur aderendo agli aspetti pratici della vita sociale.
Elaborò anche un insegnamento relativo alla rammemorazione (dhikr) di 7 Nomi Divini, in corrispondenza con i 7 gradi dell'evoluzione spirituale dell'anima.
All'interno della Tariqa Jerrahi si possono trovare elementi essenziali di molti altri Ordini Sufi, pervenuti come doni spirituali.
Lo stesso Dhikr Jerrahi comprende particolarità di Dhikr di altri Ordini. Specifico dello Dhikr Jerrahi invece è un certo utilizzo della parola "Hu" (in arabo : Egli, cioè Dio, Allah), abbinato ad uno specifico esercizio di respirazione.
L'attuale Khalifa per l'Italia è Shaykh Mohsen Mouelhi. Di origine tunisina, già vice del Maestro Mandel, Shaykh Mohsen è l'interprete dei Sermoni del venerdì nella Moschea di via Padova 144, Milano (Casa della Cultura Islamica). Close
e LECTORIUM ROSICRUCIANUM
Le Edizioni Lectorium Rosicrucianum pubblicano opere che si fondano su testimonianze di tipo gnostico, ermetico e alchemico. Gli autori preminenti sono di origine olandese, Jan van Rijckenborgh e Catharose de Petri, fondatori della Scuola Spirituale della Rosacroce d’Oro. Inoltre, si editano anche pubblicazioni su figure ermetiche molto celebri, come Eckarthausen, Marsilio Ficino, Giordano Bruno, Paracelso, etc. Le Edizioni Lectorium Rosicrucianum pubblicano inoltre una brossura monotematica per la collana Gemme e la rivista Pentagramma (tradotta in dieci lingue), sia in versione cartacea sia in versione digitale. Questa si avvicina al cercatore dei misteri gnostici svelandogli una visione “altra” del mondo e creando così una prospettiva di vita basata su principi ermetici. A seguire, la collana Cantiere della Gioventù, per bimbi e ragazzi: una produzione letteraria interamente dedicata al mistero della vita in chiave simbolica. Close
"Un Dialogo Gnostico fra Oriente e Occidente: Sufi e Rosacroce"



CHIOSTRO, lato SUD


Ore 10.00-11.30
PAOLO BRANCA
Paolo Branca (Milano, 1957) è docente di Lingua e Letteratura Araba e di Islamistica presso l’Università Cattolica di Milano.
Specializzato nelle problematiche del rapporto Islam-mondo moderno ha pubblicato Voci dell'Islam moderno: il pensiero arabo-musulmano fra rinnovamento e tradizione,  Marietti, Genova 1991,
Introduzione all'Islam, S. Paolo, Milano 1995,
I musulmani, Il Mulino, Bologna 2000,
Il Corano, Il Mulino, Bologna 2001,
Yalla Italia! Le vere sfide dell’integrazione di arabi e musulmani nel nostro Paese, Edizioni Lavoro, Roma 2007 e, con Barbara de Poli e Patrizia Zanella, Il sorriso della Mezzaluna, Carocci, Roma 2011.
Ha tradotto il romanzo del premio Nobel egiziano Nagib Mahfuz, Vicolo del Mortaio, Milano, Feltrinelli, 1989.Close
e CLAUDIA MILANI "Buono e Giusto, Il cibo secondo Ebraismo, Cristianesimo e Islam" - Ed. Terra Santa

Ore 11.30-13.00
DAVIDE ASSAEL
Davide Assael è, dal 2006, ricercatore presso la Fondazione Centro Studi Campostrini di Verona.
Laureato con lode in Filosofia teoretica sotto la guida di Carlo Sini, ha poi approfondito gli studi teologici all’Università di Ginevra. Dal 2003 al 2009 ha svolto attività di ricerca per la Fondazione ISEC di Sesto S. Giovanni, pubblicando studi sulla sulla scuola filosofica di Milano nel ‘900, centro di livello europeo, di cui Assael ha riconosciuto in Spinoza la principale fonte di ispirazione.
Dal 2008 ha declinato i suoi interessi teologici in ambito ebraico, divenendo allievo del Maestro Haim Baharier.
Pubblicazioni:
Oltre a numerosi articoli apparsi su riviste specializzate, Assael ha pubblicato:
La proposta democratica di Piero Martinetti, in, Davide Assael e Katia Colombo
Milano fascista, Milano antifascista, Guerini e Associati 2007.
Alle origini della Scuola di Milano: Martinetti, Barié, Banfi, Guerini e Associati 2009.
Giovanni Emanuele Barié, A cura di...Cuem, Milano, 2009.
L’ideale della fratellanza nella tradizione biblica. Giacobbe Esaù, Edizioni Centro studi Campostrini, Verona. Close
"Nutrire il desiderio" considerazioni su “La Fratellanza nella Tradizione Biblica: Giacobbe e Esaù” - Centro Studi Campostrini

Ore 14.30-16.00
ALBERTO MELLONI
Alberto Melloni è uno storico italiano, studioso di storia del cristianesimo e in particolare del Concilio Vaticano II.
Ha insegnato alle Università di Bologna e di Roma Tre ed è attualmente ordinario di storia del cristianesimo nell'Università di Modena-Reggio Emilia, titolare della cattedra Unesco sul pluralismo religioso e la pace dell'Università di Bologna, dirige la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII[1] di Bologna.
Ha lavorato alla Storia del Concilio Vaticano II diretta da Giuseppe Alberigo, e ha diretto l'Edizione nazionale dei diari di A.G. Roncalli (Bologna 2003-2008), il Dizionario del sapere storico religioso del 900 (Il Mulino, Bologna 2010) e nel 2011 Cristiani d'Italia. Chiese, stato, società 1861-2011 (Treccani, Roma 2011).
Cura in fondazione il progetto di edizione critica Conciliorum oecumenicorum generaliumque decreta per il Corpus Christianorum[2], l'edizione digitale dei concili di tutte le chiese di tutti i tempi nel progetto Mansi3, il network di ricerca europeo su papa Pio XI per la parte Chiesa e fascismo e l'Enciclopedia costantiniana della Treccani.
Ha pubblicato sul diritto canonico medievale, su Chiesa e politica nel Novecento, sul conclave: di recente sono usciti Papa Giovanni. Un cristiano e il suo concilio (Einaudi, Torino 2009), Pacem in terris. Storia dell'ultima enciclica di papa Giovanni (Roma-Bari 2010), Le cinque perle di Giovanni Paolo II (Milano 2011)
Close
, FRANCESCA CADEDDU, MASSIMO CAMPANINI, ADA TREVES "Food for Thought, Food for Souls" - Skira Editore

Ore 16.00-17.30
VASSALLO e LAURA CATALANO "La Liberazione nel Palmo della tua Mano" Insegnamenti di Pabonka Rimpoce. Ed.Chiara Luce.

Ore 17.30-19.00
ERNESTO BORGHI
Ernesto Borghi
Nato a Milano nel 1964, sposato con Maria Teresa (1999) e padre di Davide (2001) e Michelangelo (2007), ha studiato all’Università degli Studi di Milano, conseguendo la laurea in lettere classiche (1988), e all’Università di Fribourg, conseguendo la licenza in scienze religiose (1993) e il dottorato in teologia (1996).
Nel 2012 ha conseguito inoltre il baccalaureato in Scienze Bibliche presso la Pontificia Commissione Biblica.
È biblista professionista dal 1992. Attualmente è professore stabile di esegesi e teologia del Nuovo Testamento presso la Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (ISSR “Giovanni Duns Scoto” di Nola) e professore invitato della stessa disciplina presso Facoltà Teologica del Triveneto (CSSR/FBK di Trento).
Dal 2003 presiede l’Associazione Biblica della Svizzera Italiana (www.absi.ch) e coordina la formazione biblica nella diocesi di Lugano. Dal 2012 presiede l’Associazione Biblica Euro-Mediterranea (www.abem.it) Dal 2005 è membro del Comitato Etico del Dipartimento Sanità e Socialità del Canton Ticino.
Lo studioso e il divulgatore di materie bibliche e l’organizzatore culturale ad ampio spettro sono le due attività principali svolte da Borghi in oltre venticinque anni di lavoro.
Ha pubblicato alcune decine di libri e di articoli di argomento biblico e umanistico in genere.
Tra gli ultimi saggi: Gesù è nato a Betlemme? I vangeli dell’infanzia tra storia, fede, testimonianza, Cittadella, Assisi (PG) 2011, pp. 254; La gioia del perdono. Lettura esegetico-ermeneutica del vangelo secondo Luca, Messaggero, Padova 2012, pp. 512; (a cura di), Credere per vivere. Prospettive giudaiche, cristiane e islamiche a confronto, Edizioni Terra Santa, Milano 2012; La giustizia della vita. Lettura esegetico-ermeneutica del vangelo secondo Matteo, EMP, Padova 2013; Dio fa preferenze? Lettura esegetico-ermeneutica degli Atti degli Apostoli, Edizioni Terra Santa, Milano 2014.Close
, ELENA LEA BARTOLINI DE ANGELI
Elena Lea Bartolini De Angeli Di origini ebraiche da parte materna, è nata a Pavia nel 1958, ha vissuto nella provincia di Milano fino al 1981 per poi trasferirsi in quella di Lodi ove attualmente risiede con il marito Massimo e la figlia Aurora.
Dottore in Teologia Ecumenica con specializzazione in Ermeneutica Ebraica. È membro dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo (AISG) www.aisg.it [Soci/Bartolini] e del Coordinamento Teologhe Italiane (CTI) www.teologhe.org [Profili/Bartolini].
È docente di Giudaismo ed Ermeneutica Ebraica presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (ISSR-MI) www.teologiamilano.it; docente invitata presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca www.unimib.it, e la Cattedra di Dialogo tra le Culture promossa dalla Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura di Roma e l’Istituto Teologico Ibleo S. Giovanni Battista di Ragusa www.dialogotraculture.it; collabora con diversi Atenei pontifici – tra i quali l’Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino di Venezia, l’Università Pontificia Salesiana (UPS), il Marianum e l’Auxilium di Roma – e con diversi Istituti Teologici.
È docente e consulente all’interno di diverse iniziative locali e nazionali per il dialogo fra le chiese e gli ebrei, in particolare ha curato il progetto Judaica (1998-2003) promosso dalla Casa Editrice Ancora di Milano.
Attualmente dirige la collana “Studi Giudaici” per la Casa Editrice Effatà di Cantalupa (TO) www.effata.it/collane/studigiudaici01.html e cura la rubrica “Judaica” per la nuova edizione della rivista Terrasanta nell’ambito dei periodici della Custodia francescana www.terrasanta.net. È consulente di Redazione per le riviste Terrasanta e Jesus.
Ha curato la revisione ecumenica e la stesura delle voci ebraiche per l’Enciclopedia del Cristianesimo della De Agostini (Novara 1997); ha curato alcuni Quaderni sull’Ebraismo per le Edizioni Studio Domenicano (Bologna 1997-1999), per le quali ha coordinato anche i Quaderni sulle Chiese della Riforma (Bologna 2004-2007).
Ha diretto la sezione “Ebraismo” per la nuova edizione dell’Enciclopedia Filosofica edita da Bompiani, Milano 2006, a cura della Fondazione Centro Studi Filosofici di Gallarate sotto la direzione del Prof. Virgilio Melchiorre dell’Università Cattolica di Milano. Collabora con alcune riviste tra le quali: SeFeR (Studi-Fatti-Ricerche), Qol, Horeb, Studi Ecumenici, Parola Spirito e Vita (PSV), Rivista di Pastorale Liturgica (RPL), La scuola domenicale, e con gli Uffici Nazionali della CEI (Conferenza Episcopale Italiana).
Ha fatto parte del gruppo interconfessionale Teshuvah del Centro Ecumenico Diocesano di Milano per il dialogo fra le chiese e gli ebrei e collabora con il SAE. È Vicepresidente dell’ABEM – Associazione Biblica Euro-Mediterranea www.abem.it – ed è socio fondatore e membro del Consiglio direttivo del CeSNAF – Centro Studi Nazareth Alta Formazione, per la promozione integrale della persona, della coppia e della famiglia www.cesnaf.org.
Dal 2010 fa parte di un “Tavolo di confronto interreligioso” per il Comune di Milano.
Close
, PAOLO BRANCA
Paolo Branca (Milano, 1957) è docente di Lingua e Letteratura Araba e di Islamistica presso l’Università Cattolica di Milano.
Specializzato nelle problematiche del rapporto Islam-mondo moderno ha pubblicato Voci dell'Islam moderno: il pensiero arabo-musulmano fra rinnovamento e tradizione,  Marietti, Genova 1991,
Introduzione all'Islam, S. Paolo, Milano 1995,
I musulmani, Il Mulino, Bologna 2000,
Il Corano, Il Mulino, Bologna 2001,
Yalla Italia! Le vere sfide dell’integrazione di arabi e musulmani nel nostro Paese, Edizioni Lavoro, Roma 2007 e, con Barbara de Poli e Patrizia Zanella, Il sorriso della Mezzaluna, Carocci, Roma 2011.
Ha tradotto il romanzo del premio Nobel egiziano Nagib Mahfuz, Vicolo del Mortaio, Milano, Feltrinelli, 1989.Close
"Per essere credenti occorre essere fondamentalisti? Prospettive ebraiche cristiane e islamiche a confronto"